Quando si decide di comprare un camino magari si pensa che l’unica cosa da considerare sia la grandezza o al massimo il design, da abbinare al proprio arredamento domestico, questo si rivela un errore, in quanto, tipi di camini differenti rendono un grado di calore diverso, questo, infatti, viene prodotto diversamente in base al combustibile ed al tipo di focolare utilizzato.

Durante l’acquisto, quindi è raccomandabile chiedere dei consigli al personale esperto del negozio, queste persone sapranno suggerire che tipo di camino comprare, basandosi sulle richieste del cliente.

Se si è interessati ad acquistare uno dei vari modelli di caminetti a legna si può scegliere, ad esempio, tra quattro tipologie principali, quello chiuso, aperto, chiuso ventilato ed aperto ventilato.

Grazie al portale http://www.caminisulweb.it/camini-a-legna.html, andiamo a scoprire molto più nel dettaglio quali sono le caratteristiche di questi camini:

- camino chiuso, si tratta di un modello molto valido dal punto di vista della diffusione del calore, il suo interno di solito è rivestito in acciaio o ghisa, possiede uno sportello resistente al calore ed alcuni modelli hanno un sistema di doppia combustione, grazia al quale viene bruciata anche un alta percentuale di fumi;

- camino aperto, può essere anche definito camino classico, la sua struttura è di certo molto bella da vedere e lo spettacolo che offre è affascinante, in quanto viene prodotta una fiamma viva e scintillante ma, per quanto riguarda la diffusione di calore, ha una potenza limitata, si tratta di un tipo di caminetto che riesce a riscaldare solo una parte dell’abitazione, creando un cambio di temperatura, a volte anche molto forte, passando da una stanza all’altra. Tra i caminetti a legna, quello aperto, quindi, è tra i più belli dal punto di vista architettonico ma è anche quello che rende di meno come fonte di calore;

- camino chiuso ventilato, questo modello racchiude le qualità del camino chiuso e di quello aperto ventilato. Tra le tipologie presentate è quella che produce la maggiore quantità di calore, è dotato di canali di aerazione che convogliano il calore in più ambienti. Poiché si tratta di un camino che consuma poco combustibile se si decide di acquistarlo si potrà usufruire di uno sconto fiscale del 35% sul suo costo.

- camino aperto ventilato, questa si rivela una buona soluzione se si vuole possedere un camino che abbia la bellezza estetica di quello aperto ma che produca più calore. Questo camino, infatti, è esteticamente uguale al modello aperto ma, in realtà, possiede al suo interno delle camera d’aria che diffondono il calore prodotto dalla combustione del legno in tutta la casa, la circolazione del calore avviene grazie all’installazione di appositi condotti.