Arriva l’estate ed ecco che di nuovo dobbiamo combattere con il grande caldo. Sembra che negli ultimi anni le temperature siano aumentate, ma in effetti non è così. Se guardiamo alle statistiche non c’è molta differenza dalle medie annuali, però percepiamo il caldo in maniera diversa, forse perché siamo abituati ad avere l’aria condizionata in casa.

È proprio per questo motivo che i condizionatori hanno conosciuto un grande successo negli ultimi anni. E forse, insieme ai televisori led a schermo piatto, l’elettrodomestico che più ha conosciuto successo di vendita. Sembra proprio infatti che i ventilatori non vengano più presi in considerazione, tranne in qualche caso come quelli più efficienti a soffitto. Interesse c’è invece per i deumidificatori e raffrescatori ad acqua.

Quale condizionatore d’aria comprare

A seconda delle dimensioni della stanza, dobbiamo con comprare il modello giusto. Quelli da 9000 BTU vanno bene fino ad ambienti di 20 25 m quadri, quelli da 12.000 BTU fino a 40 m quadri e poi i 18000 e 24.000. Ci sono poi potenze superiori che servono anche per alimentare dei dual split ovvero due split all’interno di ambienti differenti con un solo motore esterno. All’interno del circuito circola un gas, R. 410 ha, che fa passare dallo stato gassoso allo stato liquido fredda la stanza. L’aria congelata viene spinta attraverso un sistema di ventole dallo split. Un poco come funziona il frigorifero.

ambiente condizionatori

Per installare un condizionatore ci vuole un frigorista in possesso di patentino, secondo il dpr 74 del 16 aprile 2013. Un’installazione costa circa € 250-300, un po’ di più se complicata e se il passaggio di tubi di rame è lungo. La distanza massima tra split motore non deve superare i 10 m, altrimenti dobbiamo procedere con gas ulteriore ed il circuito potrebbe risentirne.

Condizionatori senza motore esterno

purtroppo i condizionatori a muro hanno tutti l’unità esterna che è anti estetica lo sappiamo. Inoltre negli edifici del centro storico non si possono montare. Come fare? Possiamo optare per i climatizzatori portatili oppure per i modelli come UNICO DI OLIMPIA SPLENDID che è in pratica un portatile però che si fissa a terra o a muro. Il motore si trova internamente nello split, ma è meno efficiente.

I condizionatori per l’inverno

I condizionatori d’aria possono essere utilizzati anche in inverno, per riscaldare la casa. I nuovi modelli in classe A+++ sono molto efficienti ed hanno ottimi per formarsi. Possono essere presi in considerazione anche in alternativa ai riscaldamenti a gas. Con la nuova normativa va, le nuove tariffe energetiche da 2016 non sono più ad incremento scaglione. Prima pagavamo di +1 kW a seconda di quanto era il consumo totale nell’anno. Ora il prezzo del kilowatt è fisso. Questa portato a prendere in considerazione i condizionatori, alimentati ad energia elettrica, come alternativa ai classici termosifoni. I condizionatori sono molto veloce riscaldare un ambiente e non hanno bisogno di nessuna manutenzione. Possono anche essere controllati da Internet tramite Wi-Fi.

Le migliori marche nel settore dei condizionatori sono Daikin and Mitsubishi, veri e propri leader di mercato. A seguire Samsung, LG, Panasonic, Toshiba e Fujitsu, poi ci sono Olimpia splendid,  Riello ed Ariston, gli italiani. Se non si può montare l’unità esterna, per problemi condominiali o di decoro, possiamo optare per i modelli senza unità esterna che hanno il motore incorporato. Dobbiamo praticare due foglie muro dove far uscire l’aria calda. Altrimenti possiamo prendere in considerazione il condizionatore portatile, tra tutti il più conosciuto è il pinguino de Longhi oppure Dolce clima di Olimpia Splendid.

I prezzi

Un condizionatore economico, di marca cinese, da 9000 BTU costa € 300, un modello di una marca media 500 , un modello di fascia alta, in classe A+++ tipo Daikin e Mitsubishi costa 1000 € 1200.